martedì 30 luglio 2013

๑๑๑ La Tenda Rossa, Ritorno al Sacro Fiume del Femminile ๑๑๑


Poichè le mestruazioni furono introdotte dalle antenate...
hanno una precisa simbologia mitica: non sono... una questione di questo mondo o di ordinaria amministrazione. Il sangue mestruale è sacro, perchè così hanno affermato le Sorelle mitiche. *


In questi mesi abbiamo intrapreso un meraviglioso viaggio verso la Terra delle Grandi Madri, abbiamo conosciuto l’Isola delle tredici donne, abbiamo ricordato il profumo del femminile divino, quella scintilla preziosa che vive dentro tutte noi, quella scintilla che abbiamo il dovere verso noi stesse e verso il mondo di alimentare con ogni azione, parola, gesto della nostra vita.
La Grande Madre della Luna del Grano intona il suo canto, e noi Figlie che mai abbiamo veramente dimenticato l’ascoltiamo, noi donne piene di Luna chiudiamo gli occhi e ci lasciamo cullare il cuore da quell’antica melodia. Alle volte ci manca il coraggio di lasciare il nostro porto sicuro, anche se stretto, anche se il desiderio di immergerci nel grande mare, ventre primordiale della Dea, ci riempie i giorni di languore, di sussurri arcaici, di pelle d’oca nascosta alla vista di chi non capirebbe.
Ebbene, le donne hanno bisogno di tornare indietro, noi donne non siamo solo proiettate verso il futuro, non siamo linea retta come il maschile, per nostra natura noi siamo spirali.
Il nostro essere cicliche ci spinge ad andare avanti ma con addosso tutto il peso del non risolto, generazioni di irrisolti sulle nostre spalle, la Luna del Grano è Compagna, Madre, Sorella della Donna che onora il passato, che torna indietro senza paura, per poter guarire, perdonare, per ritrovare il futuro senza trascinarci dietro inutili e faticosi carichi.
La Tenda Rossa nasce così nella mia mente, nasce dal desiderio di onorare, e di guarire il mondo sacro e prezioso del femminile.
Tradizionalmente le tende rosse nascono dai nativi americani, anche diverse tribù nomadi conservavano un’usanza simile, quella di costruire all’esterno del villaggio un luogo dedicato alle “Donne sanguinanti” niente a che fare con la credenza tutta occidentale che le donne mestruate fossero impure, anzi, per tutta la comunità il tempo del sangue della donna era una risorsa preziosa.
Il sangue mestruale nutriva la terra e assicurava un raccolto abbondante, la donna nel periodo della sua Luna era piena di potere, in comunione con la Terra e il Cielo, essa faceva sogni premonitori, incarnava la potenza creatrice e distruttrice, vita e morte, era messaggera Divina, poiché tornava alla Terra nutrendola e si estendeva verso il Cielo purificandosi.
Il tempo della Tenda Rossa, era un tempo di riposo, un momento in cui la donna aveva bisogno di fermarsi, lontano dai doveri e lavori quotidiani essa ritrovava se stessa, ritrovava il suo potere, ritrovava le sue sorelle e con esse creava una rete di grande comunione e magia.
E’ questo il richiamo della Luna del Grano, essa canta la canzone del Fiume Sacro, essa ha parole insanguinate e preziose, stilla vita da ogni sillaba, e ci riporta indietro, in un tempo in cui le madri, le nonne, insegnavano la saggezza che nasce dal proprio grembo.
Le Donne nella Tenda Rossa tornavano nel grembo arcaico della Madre Divina, morivano sanguinando sul muschio e rinascevano ogni mese nuove e più ricche, piene di saggezza e amore femminile.
Io HO BISOGNO di questo, la Donna che in me si è risvegliata al canto della Luna, vuole avere uno spazio di morte e rinascita, un luogo protetto dove incontrarmi e incontrare il femminile riflesso negli occhi delle mie sorelle.
IO HO BISOGNO di sanguinare cantando
BISOGNO di piangere le mie morti e sorridere ad ogni nascita protetta e sicura fra le braccia delle mie sorelle
BISOGNO di festeggiare ogni iniziazione
Di costruire ghirlande di fiori rossi per le ragazze che varcheranno per la prima volta quella soglia
Ho bisogno di godere delle parole di chi madre o nonna è piena di saggezza che non fluisce più con il sangue mestruale ma divine voce e occhi che sanno nutrire.
IO HO BISOGNO di tornare indietro e accarezzare il grembo di mia Madre e perdonare ogni suo mancanza, ritrovare il suo amore e portarla con me a guarire il grembo di mia Nonna e insieme, fino ad accarezzare l’utero di tutte le donne prima di me, ad onorare il sangue di tutte le sorelle violentate, uccise, derise, usate, etichettate, bruciate, sfruttate.
HO BISOGNO di Guarire me stessa da il dolore che il femminile si trascina dietro da secoli, ho bisogno di perdonare chi ci ha divise e in questo modo spezzare la catena della rabbia e del risentimento, ho bisogno di ricostruire il Fiume Rosso della Femminilità ed immergermi in esso, perché solo arando la Terra in profondità, solo guarendo le antiche ferite posso avere la speranza di un Raccolto fruttuoso.
La Tenda Rossa, la costruisco io, con le mie mani, scelgo i tessuti, le sfumature del rosso, la costruisco pensando di costruire ancora e di nuovo il grembo di tutte le donne del mondo, e lo accarezzo, lo curo, lo ascolto, l’onoro e da esso, dal grembo prezioso delle mie sorelle io Rinasco pronta per il Futuro.

Selva Della Luna

* Women and "Secret life" C.H.Berndt citato in Oscure Madri Splendenti - Luciana Percovich



1 commento: